Perché Progetto Cascina si rimette in gioco

Cascina, 22 Febbraio 2020

Perché Progetto Cascina si rimette in gioco

Lo stato in cui continua a versare la città, le mancate promesse di una discontinuità vera rispetto alle politiche della precedente amministrazione, ma soprattutto le pressanti richieste di impegno da parte della società civile, del mondo del volontariato, delle categorie dei professionisti, ci ha spinto a rompere gli indugi e mettere a disposizione della cittadinanza un progetto di rilancio dell’intera comunità da troppo tempo in attesa e in sofferenza.

L’Associazione culturale Progetto Cascina in questi anni non ha mai cessato di operare sul territorio, di confrontarsi con i cittadini che confidano in uno spiraglio di possibile riscatto del territorio con l’unico strumento possibile: il civismo.

Lo stesso civismo che si contrappone al mondo stagnante dei partiti tradizionali che a Cascina, come su scenario nazionale, non riescono a trasmettere un grande senso di fiducia e di riconoscimento nei loro valori fondanti, oltre al quadro generale di frammentazione e litigiosità a cui stiamo tutti assistendo.

Ovviamente si parla di civismo vero, come quello di Progetto Cascina, non di finte liste civetta a sostegno dei candidati dei partiti.

Da cosa siamo partiti: durante le assemblee con i simpatizzanti e gli iscritti dell’Associazione è emerso da subito che la strada da percorrere dovesse iniziare dalla dichiarazione dei valori di base dell’Associazione da cui derivare poi le idee e i progetti.

Il primo obiettivo è stato quello di redigere il Manifesto dei Valori di Progetto Cascina per tracciare poi i punti di programma e le azioni dei rappresentanti della Lista civica nelle istituzioni.

Se volessimo sintetizzare il Manifesto potremmo citare un singolo passaggio in esso stesso contenuto:

“L’idea di società che ci proponiamo di realizzare si impernia su sentimenti di libertà, equità, giustizia e progresso.”.

Da questi indirizzi è nato il Programma che dà la visione prospettica per la nostra città dei prossimi venti anni!

Con lo stesso metodo è stato definito il profilo del candidato a Sindaco, le caratteristiche necessarie a garantire l’applicabilità del Programma e la rappresentatività dell’Associazione Progetto Cascina.

Il profilo condiviso dai tesserati dell’Associazione, ci ha permesso di avviare delle consultazioni e tra alcuni giorni verranno sciolte le riserve anche sul nominativo.

Questo evento avrà luogo c/o la Chiesa di San Lorenzo alle Corti, nella sala “Centro Manetti”, sabato 29 febbraio alle ore 11:30.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *